1) San Valentino in Abruzzo Citeriore (PE) è il comune italiano con il nome più lungo. Adesso sposami.

2) Per te cascherei volentieri dalle scale con le mani in saccoccia.

3) Ti ho preparato le pallotte cace and love.

4) Baby… The snow has always been made.

5) Il mio cuore sbatte per te come nu vattacicirchie.

6) Il mio cuore squacquarelleia per te come la pompa dell’acqua ramata.

7) Il mio cuore sbatte per te come la porte di la stallette quande fere/tire lu vende/arbine.

8} Ti facesse fa “gni gni” gna/coma ‘na hatte.

9) Anche un posto che si chiama SCANNO può avere un lago a forma di cuore.

10) Amo quando dopo un cenetta romantica mi dici: “Mo crepe”.

11) Io Frechete, tu Ngulo… Insieme siamo Frechetengulo.

12) Ho sceso dandoti il braccio almeno un milione di scale; e adesso che non ci sei; mi so ‘ndruppicate.

13) Se tu me lo chiedessi, mangerei gli arrosticini con la forchetta.

14) Eccoci, amore. Ringrazio San Ceppato per aver sbloccato il tuo cuore.

15) Si tu mi ‘uarde ‘nfacce mi pare di sugnà (e vola vola vola).

16) Sarò la tua Marsica; vuoi essere il mio Fucino?

17) Si cuscì bone ca quande arrive tu s’areggire la processione.

18) Il mio cuore è un setaccio appeso a lu chiove, quando ti vedo si trittica e si move.

19) Ti amo a votamazza ndundì.

20) Ti amo a tutta callara mbapì.

21) I tuoi occhi sbrilluccicano come il vomere della pirticara sotto al sole d’agoscto.

22) Amare vuol dire vedere il mondo colorato di rosso; come quando, da piccoli, guardavamo attraverso la carta delle Rossana di nonnò.

23) “Me and you on the beach e ci magneme pane e sacicce” (cit. Maestro Nduccio).

24) Il mio cuore zompa per te come una motozappa a folle su una salita di breccia.

25) Le stelle stanno in cielo
e i sogni non lo so;
a me s’arrufa il pelo
quando dici “Stupitò”. (L’abruzzese fuori sede feat. Vasco).

26) Ti amerei anche se non sapessi di chi si la fije e che tieni ‘na freca di terre.

27) E quando al paese ti diranno: “Con chi fai l’amore?”, io sarò lì.

28) Corropoli (TE) è un comune italiano con il centro storico a forma di cuore. Lo sapevi? Adesso sposami.

29) Si fregne addavere.

30) Sei bella che la musica non c’è; sei bella che lu porche mo arvè.

Bonus:

Ije so’ genuine,
t’aspette commà;
a San Valendine
ci puteme arpruvà

Se adesso riappari,
se torni quaggiù:
preparo gli spari,
gingerini e fru fru.

#l ‘ #ove

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here