Nella vita di un essere umano ci sono pochi momenti realmente indimenticabili: il primo bacio, il primo ticchettio ndundito del tuo cuore innamorato, la nascita di un figlio, il primo “Ngul a mammt che so ije!” di tua madre ecc.

Oggi celebriamo simbolicamente le madri, come semBre fatto, e lo facciamo con +++ Le 15 frasi più dolci che una mamma abruzzese può dire ad un/a figlio/a +++

1) Ngul a mammt che so’ ije // La fregne di mammt che so’ ije.

2) Vafangule a te e mammt che so’ ije. // A te e fratete/sorete.

3) Fangule a me: ca ndi so’ sfiatate quande ere lu mumende // Chisciccise la mammine che nin t’ha sfiatate.

4) Ije ti so’ fatte e ije mi t’arimagne. // Ije ti so’ fatte e ije ti leve.

5) Ngul a chi t’ha messe a lu monne.

6) Massere faceme li cunde.

7) Gna/coma t’arifì lu lette cusci ti c’addurme.

8} Papà t’ha menate? Mo ti dinghe lu reste. // Ti ci mene assopre/su ngime.

9) Lu cellone/cillone di la case! // La cocche/ciucce/fregnetta/sctella di la case!

10) M’arcummanne.

11) Muvete.

12) Te schiaffe nu schiaffe ca ti schiaffe nderre.

13) Sciccise tu e tre quarti de la razze di patrete/partete.

14) Se a lu poste tu c’avesse scite na pizzette di casce ere meje, almene me l’avesse magnate.

15) Si magnate scine?

Statte tranGuille, ndi pu’ sbajà:
la chiù fregne è semBre mammà.

#auguricommari

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here