ABRUZZO – Come un fulmine a ciel sereno, come un maiale che riviene, una notizia inattesa ha regalato agli abruzzesi una Pasqua più fregna del solito: l’UNESCO, tramite il suo sito ufficiale, ha diffuso il seguente – storico – comunicato:

“Un nuovo patrimonio dell’umanità è stato finalmente riconosciuto; la proposta del delegato agricolo Rocco lu Scarpasciodde è stata accettata e votata all’unanimità nella mattinata di ieri: lo stomaco abruzzese entra ufficialmente a far parte della nostra lista di meraviglie da conservare. Lo stomaco abruzzese ha rispettato tutti i criteri culturali, naturali e digestivi previsti: splendido da guardare all’opera, maestoso all’esterno, misteriosamente profondo all’interno. Complimenti alla Regione Abruzzo e a tutti gli abruzzesi”.

Una panza da record, il Michelangelo degli apparati digerenti: gli abruzzesi esultano e, ovviamente, magnano per festeggiare.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here